Giorno 08

 In Diario di viaggio, Myanmar 2018

Questa mattina alle cinque un diluvio s’abbatteva sui tetti di lamiera del nostro bungalow ed un certo sconforto ha avuto il sopravvento. Già all’arrivo ieri sera a Kalaw un nebbione e qualche timida goccia d’acqua ci hanno fatto subito capire che il programmato trekking era in dubbio. Quassù i sentieri di montagna non sono di certo quelli delle nostre Alpi Svizzere, una giornata di temporali e tutto diventa un gran pantano, ne sappiamo qualcosa quando eravamo al nord del Vietnam, a Sapa, … un vero disastro camminare in quelle condizioni con delle comuni scarpe da ginnastica, già perché è inimmaginabile portarsi da casa scarponcini da montagna per cinque!

Già ieri sera abbiamo studiato il piano d’emergenza assieme a Aung. Ad essere sinceri la nostra brava guida si è dimostrata un tantino reticente ad uscire dai soliti schemi, nel senso che alla proposta di visitare un paio di luoghi visti poco prima da Nicole in fotografia sulle pareti della ricezione dell’hotel, ha replicato, dapprima, che non erano zone ancora aperte ai turisti, il che ha clamorosamente fatto un “autogol” con noi Romerio perché è proprio quello che andiamo cercando …, successivamente ha sostenuto che non erano di facile accesso ed infine dopo una buona insistenza è stato invitato a chiedere a qualcuno del luogo maggiori ragguagli scoprendo che tutto sommato si poteva fare qualcosa!

Detto fatto, e visto il brutto tempo, alle 8.30 siamo partiti per la regione di Pindaya che, al contrario di quella che abbiamo attraversato quando abbiamo lasciato Bagan per Mandalay, si è rivelata molto bella grazie ad un vastissimo mosaico di campi e siepi dai colori spettacolari, lo sono certamente ancor di più se si ha la fortuna di vederli quando diverse coltivazioni raggiungono la fioritura.

Qualche scatto per darvi un’idea. Purtroppo la luce non era un granché ma almeno non ha piovuto.

Le due foto adocchiate da Nicole raffiguravano il mosaico di campi ed il solito gruppetto di “stupa”, che però per l’occasione sono stati costruiti in un luogo molto suggestivo e, per la gioia dei nostri poveri e maltrattati piedi, in cima ad una collina che per lunghi tratti offriva una sorta di via Crucis per tutto il nostro team …

Saziati da questi due più che meritevoli luoghi, ed in definitiva per nulla complicati da raggiungere, ci siamo diretti verso il paese di Pindaya dove dopo un ottimo pranzo in riva ad un laghetto, abbiamo speso un’oretta per visitare la grotta naturale di “Shwe Oo Min Pagoda” piena zeppa di statue di Budda, pare più di 8000, realizzate in una varietà di forme e materiali sorprendenti, più per i Birmani buddisti che per me … Anche in questo caso tutti rigorosamente a piedi nudi!

Successivamente altre due orette di trasferimento, con il sempre comodo furgone Toyota a 10 posti, per raggiungere in serata il caratteristico villaggio di Nyaungshwe, ai confini dell’Inle lake e che, dopo una veloce doccia nel meritevole albergo “Cassiopea” ci ha permesso un massaggio a tutta la famiglia in un luogo consigliatoci da Aung e che per la verità, almeno parlo per me, nell’ora di terapia in condizioni limite non mi ha regalato nemmeno un minuto di piacere tanto era irruente l’operato dell’amico birmano. Vi risparmio i dettagli ma vi giuro che non ho mai sofferto così tanto per un massaggio … però adesso sto bene ?!

È tardi e devo dormire, domani non mancherò di tenervi aggiornati e nell’attesa un abbraccio a tutti voi e nuovamente buon anno.

Michele

DOD
Il dolore ai piedi nel raggiungere gli stupa e lo schifo nel camminare, sempre a piedi nudi, in certe aree della grotta …

GOD
Vedere il mosaico di campi

Recent Posts
Comments
  • Luana Agustoni
    Rispondi

    Buon Anno a tutti voi!
    È sempre meraviglioso poter leggere il vostro diario di viaggio…e poter vedere le spettacolari fotografie!!!! Sempre piene di emozioni!!!
    Siete tutti e 5 magnifici…una famiglia unica e unita!!!
    Un abbraccio da tutti noi…che si sta godendo la neve a Prato…
    Bacioni

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search