Giorno 08

 In Botswana 2019, Diario di viaggio

La prima notte al Kahma Rhino Sanctuary Park è andata molto bene nonostante l’inizio assai traumatico. I confortevoli letti ed una corposa dormita ci hanno permesso di ricaricare le batterie e distendere gli animi.

Dopo una semplice e frugale colazione ci siamo dedicati al primo bucato della vacanza dove le mie quattro preziose compagne hanno improvvisato con i pochi e rudimentali mezzi a disposizione una collaborazione a catena degna di nota. Dopo circa un’ora il nostro singolare accampamento si è trovato invaso di panni stesi un po ovunque e meglio come simpaticamente testimonia l’immagine postata dando poi spazio a qualche ora di attività rilassanti come parole crociate, trecce ai capelli, annientamento dei peli delle ascelle, messaggio creativo di auguri di buon compleanno a mamma Magda (si veda la bella foto postata), qualche paragrafo per l’articolo serale e un pic-nic dei poveri a base di un per niente convincente pane al latte con formaggio plastificato e acqua tiepida a volontà …

Per quest’oggi non era prevista alcun’attività e pertanto abbiamo coordinato con i responsabili di questa bella riserva naturale, dedicata alla salvaguardia dei rinoceronti – per altro specie animale a rischio di estinzione – un safari serale guidato che ci ha regalato un bel incontro con un rinoceronte bianco, qualche giraffa piccina piccina ed i soliti ma sempre affascinanti animali come zebre, antilopi, struzzi, facoceri e altri vari. Anche qui nessuna traccia di felini e come ci diceva ieri sera una famiglia italiana di Trieste, appassionata da anni di Africa e di vacanze avventurose, i tempi son cambiati e purtroppo affascinanti animali come leoni e leopardi sono diventati una rarità!

Anche questa sera doccia all’aperto ma questa volta con un filo di acqua calda che ha reso il tutto molto più piacevole rispetto a ieri e a finire nuova cena all’interno del parco e riconferma della pessima qualità del cibo che, ahimè, è pure stato poco salutare giacché ci siamo divorati hamburger, patatine, maionese e ketchup in quantità …

Ora a nanna perché domani – dopo un self-safari di primissimo mattino – nuovo infinito trasferimento di ca. 550 km per Maun dove pernotteremo prima d’affrontare gli ultimi quattro giorni nella regione del Moremi National Park e Okavango Delta e dove speriamo davvero di poter vedere qualche bel felino.

Buona notte e a presto risentirci.

Cari saluti a tutti.

Michele

DOD (Dramma Of the Day)
Il cibo dell’intera giornata

GOD (Gioia Of the Day)
Asciugarsi come mamma ci ha fatto davanti al fuoco dopo la striminzita doccia serale

Recent Posts

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search