Giorno 10

 In Diario di viaggio, Portogallo 07.2021

Quest’oggi interamente dedicato al mare, una privilegiata gita in barca ci ha permesso di visitare spiagge e mare d’eccellenza ed ammirare caratteristici angoli sperduti in questo lembo di terra del sud.

La giornata ci ha accolto con il sorriso di Dario e la stratosferica terrazza panoramica che domina i tetti della città, dandoci immediatamente un senso di vacanza e libertà. A questo una colazione dal cibo ricercato e di ottima qualità hanno completato il piacevole momento.

A seguire una bella gita in barca, rigorosamente privata per meglio assaporare le gioie del giorno e per evitare incontri di massa sui mezzi decisamente più economici come traghetti o grandi barche che di questi tempi quaggiù è davvero meglio evitare per il problema pandemico.

Non so per quale motivo ma questa mattina ho sentito di prendere in mano il gruppo ed al momento del check-in della barca mi sono imposto con celata decisione davanti alla nostra guida di pagare il dovuto con la carta di credito, rito che normalmente viene espletato dalla mia dolce metà. Al tradizionale: inserisci codice sparo le sei solite cifre con la scioltezza di un professore in dattilografia e con stupore il display mi sputa in faccia: “codice errato – tentativi rimasti due!”. Non dico niente, come se nulla fosse, e con disinvoltura copro con il corpo il rognoso apparecchio da sguardi indiscreti e ripeto, questa volta incazzato con il mondo, lo stesso PIN … cazzo di nuovo: “codice errato – un tentativo rimasto!”. Sudo freddo, nessuno si è accorto della delicata situazione, forse ce la posso fare, ma sono comunque ad un bivio: ritentare l’esercizio, questa volta alla velocità di un bradipo e con la consapevolezza che il nuovo fallimento avrebbe bloccato definitivamente il prezioso pezzo di plastica e mi sarei giocato un anno di purgatorio, oppure girarsi e con le palpebre a mezz’asta ed una sottilissima voce raccontare tutto al vero maschio Alfa? Non posso mollare e quindi vado con il nuovo tentativo: “codice errato – carta bloccata!” … noooooooooooo!
La figuraccia è stata breve perché il comandante di corpo aveva già intuito tutto quanto al primo tentativo e capito l’inghippo: da buon celebro leso … ho confuso la carta di credito … mi sono rimesso in coda al gruppo ed ho ripreso nell’anonimato il mio solito ruolo.

Quaggiù si mangia vero pesce fresco, perfino un carnivoro incallito potrebbe convertirsi tanto è buono. Il mare oscilla tra i 18 e 22 gradi e se le giornate sono tipicamente estive, come quella odierna con circa 30 gradi ma sempre ventilata, tuffarsi fra le onde dell’oceano sono un vero toccasana per mente e corpo. L’insieme di isole (Armona, Culatra e l’isola deserta) dalle splendide lingue di sabbia della laguna di Rio Formosa ad Olhão meritano un posto di primo rango nella lista di cose da fare, magari anche in più giorni per gli amanti della tintarella e di un ambiente caraibico.

Nel tardo pomeriggio rientro per una rinfrescante doccia e a seguire una piacevole chiacchierata con al seguito un aperitivo in centro con il mitico Dario, che tra l’altro ci ha offerto un gelato ai lamponi fatto in casa da sogno. Avremmo voluto offrire la cena a Lara e Dario, ricordo titolari di Casa Ceu (www.casaceu.pt) che consiglio vivamente se siete in zona, ma per impegni professionali hanno purtroppo abdicato … sarà per la prossima volta.

A fine cena, rigorosamente di pesce, chiediamo il conto e la simpatica cameriera ci dice che tutto è offerto … scopriamo più tardi che Jampi e Sonia, i nostri splendidi amici e vicini di chalet a Dalpe, tra l’altro anche amici di Dario e Lara, sono i mandanti di questo generoso quanto apprezzato gesto … invito i nostri numerosi followers a fare altrettanto nel corso delle prossime serate … scherzi a parte: grazie raga ma non era il caso e non mancheremo di sdebitarci ad agosto 🙂 !

E ancora una volta si è fatto molto tardi e con il solito affetto una buona notte a tutti.

Michele

GOD
Tuffarsi tra le onde schiumose dell’oceano Atlantico

DOD
La goccia di sudore scivolare giù per la tempia durante il terzo tentativo del PIN …

Recent Posts
Comments
  • Paola Garbani Buletti
    Rispondi

    Mi fai morire dal ridere!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    🙂

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search