Giorno 11

 In Diario di viaggio, Portogallo 07.2021

La bella spiaggia di Falesia ad una ventina di minuti d’auto ad ovest di Olhao è stata la nostra dimora per alcune ore di rilassante spiaggia ed un tonificante mare. Si è ufficialmente aperta la seconda ed ultima settimana del nostro viaggio in Portogallo che prevede come accessori principali telo di mare e ombrellone – quest’ultimo in cima alla lista degli acquisti domani mattina dato che oggi abbiamo dato una bella scaldata alla pelle malgrado le alte protezioni solari. A tal proposito Loli ha provato un nuovo ombrellone di ultima generazione – si vedano immagini allegate – ma ha rischiato il soffocamento in appena sei minuti …

Ad essere sincero non ho molto da raccontarvi se non che la mattinata è volata tra colazione, riordino bagagli, che sembrano sempre più assumere alle sembianze del sarcofago di Tutankhamon, tanto pesano e sono ingombranti, e qualche minuto dedicato a salutare i nostri compatrioti, Dario e Lara, che come al solito ci hanno deliziato con i loro servizi.

Se ho ben capito tra le ragazze è partito un piccolo screzio tra loro prima di colazione mentre con la mia dolce metà nel tardo pomeriggio i toni si sono irrigiditi per le solite cavolate dove naturalmente ne vengo fuori come uno che non capisce o non fa nulla … so che nessuna delle mie quattro compagne di viaggio pensa di me in tali termini e pertanto va bene così … basta che non si allarghi troppo questo tipo di situazione.

Non aver mangiato nulla a pranzo ha reso tutti quanti più irascibili e arrivare al discreto hotel di Albufera, rossi come gamberi, e l’attesa per il risultato del covid-test delle fanciulle – per il momento a noi vecchietti, vaccinati, ci viene risparmiato – ha momentaneamente raffreddato l’entusiasmo generale …

È bastato riservare un tavolo in un tipico locale fuori città, già perché qui mi sembra un po troppo affollato per i miei gusti e data la situazione generale meglio evitare, ed una rinfrescante doccia tutto si è ripristinato alla grande 🙂

Se volete un consiglio non acquistate il dopo sole della Lidl; dopo un abbondante spalmata su tutto il corpo, e convinto che di li a poco il tutto fosse ben penetrato, mi sono sdraiato sul letto pulito per qualche minuto, nudo come una scimmia. Vengo sollecitato a prepararmi per la cena … dopo dieci minuti in cerca degli indumenti appropriati mi accorgo che trascino il lenzuolo del letto per mezza camera appiccicato alla schiena grazie al misterioso impasto … orribile e doloroso scollarmelo di dosso, esperienza da non ripetere!

Alla fine il ristorante suggeritoci dalla Lonely Planet si è rilevato una mezza delusione in termini di ubicazione. Quasi venti minuti d’auto per un tavolo esterno davanti ad una strada principale con discreto traffico, quanto meno per la prima ora, poi meglio, ma la gentilezza, disponibilità e competenza del bravo cameriere ha cancellato in un batter d’occhio gli aspetti negativi e tra una risata e l’altra, anche leggendo i miei recenti articoli, tutto è andato ancora una volta per il meglio.

Teoricamente domani spiaggia e relax, scottature permettendo, e quindi sarà un problema inventarsi i contenuti e le quotidiane immagini da postare … mah vediamo cosa m’invento … forse una mezza idea già ce l’ho …

Il solito affettuoso abbraccio a tutti e a presto.

Michele

GOD
L’eleganza e la classe del cameriere! Sempre più convinto che con educazione e gentilezza si può arrivare pressoché ovunque!

DOD
Levare il lenzuolo appiccicato alla schiena …

Recent Posts

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search