Giorno 11

 In South Africa 2014

Di nuovo buona sera!

Oggi primo giorno dedicato alla bella Cape Town con il tradizionale giro panoramico e audio guidato in bus. C’è molta gente ed è difficile trovare posti a sedere, consiglio, se avete la possibilità, di non visitare questi luoghi durante le vacanze di Natale, meglio a metà gennaio o febbraio. Cape Town è dominata dalla “Table Mountain”, una splendida altura a 1086 m e dalla quale si gode una spettacolare vista panoramica sulla città. Appena il tempo ci concederà il bel sole e la luce ideale saliremo con la funivia per scattare qualche fotografia, ovviamente non mancherò di postarvele …

Cape Town è una metropoli multiculturale di ca. 3 milioni di abitanti ed è circondata da tanto verde, su tutti spicca il Kirstenbosch Botanical Gardens, meraviglioso giardino botanico considerato patrimonio dell’Unesco e noto in tutto il mondo per alcune rare specie di piante locali. La visita ci ha regalato una piacevolissima vista sulla città ed una rigogliosa ed affascinante vegetazione. Eccovi qualche scatto per dare l’idea.

Nel 1948 in Sudafrica venne indetta, con successo, dal potere bianco una campagna elettorale per una politica razziale contro le persone di colore, in particolare i neri. Formalmente vengono innalzate le mura dell’apartheid, in “Afrikaans” significa appunto stato di separazione, che prevedeva leggi contro i matrimoni misti, rapporti sessuali interrazziali e classificavano ogni individuo in base alla razza avvalendosi di un organo ufficiale che consentiva di dirimere i casi ambigui. Con il vergognoso Group Areas Act del 1950 fu pure stabilita la separazione delle zone residenziali riservate ai bianchi, relegando tutti gli altri nelle township (le favelas africane).

In quegli anni Nelson Mandela, l’attuale uomo più famoso del Sudafrica e considerato uno dei leader più carismatici del XX secolo, fondò assieme ad altri l’African National Congress (ANC), un movimento che lottava contro la segregazione razziale attraverso la disobbedienza civile. Per questo nel 1964 venne arrestato, tra l’altro per la seconda volta, e condannato all’ergastolo. Mandela trascorse 18 anni di carcere sull’isola di Robben Island, poco lontana da Cape Town, prima di essere trasferito sul continente e nel 1990 gli venne concessa la grazia. Da notare che durante gli anni di prigionia Mandela rifiutò più volte di rinnegare i propri ideali politici in cambio della libertà, dimostrando, ancora una volta, di essere uno straordinario leader. Un anno dopo la sua liberazione, nel 1991, viene eletto presidente dell’ANC, due anni più tardi, gli viene riconosciuto il premio Nobel per la pace e nel 1994, in occasione delle prime elezioni libere del paese, viene eletto presidente del Sudafrica. Mandela muore il 5 dicembre 2013, all’età di 95 anni e lascia un profondo segno a questo paese.

Spero abbiate apprezzato il sempre utile e sintetico angolo culturale.

Buona notte e a domani.

Michele

GOD
Niente di particolare

DOD
Constatare ancora una volta che i Sudafricani attivi nei servizi turistici sono spesso poco gentili e disponibili … come diciamo in valle: sono “dei cagna grop”

Recent Posts
Comments
  • Arianna Turganti
    Rispondi

    Ciao ragazzi,
    ci fa piacere sapere che tutto procede per il meglio! In questi giorni a casa nostra era un Lazzaretto, ora sembrerebbe che gli uomini di casa stiano meglio.
    Michi le foto con flora e fauna che posti sembrano quelle fatte da professionisti di National Geographic …. che meraviglia!
    Godetevi questa vacanza emozionante sperando che il tempo sia dalla vostra parte!
    Un abbraccio!
    Ari & Co.

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search