Giorno 15

 In Diario di viaggio, Malaysia 2023

Inizia a mancarmi il cibo di casa e questo solitamente significa che, per quanto mi riguarda, la vacanza dovrebbe nel breve virare verso il traguardo.

In effetti abbiamo oltrepassato la soglia delle due settimane e, sempre per quanto mi riguarda, le più semplici abitudini, lentamente, riaffiorano dopo un periodo d’indolore latitanza ed iniziano ad emanare un tiepido senso nostalgico.

Aprire la finestra anziché accendere l’aria condizionata, anche se so che in questi giorni in Ticino fa molto caldo … ma almeno non avete l’umidità all’85% … , bere l’acqua dal rubinetto, mangiare un piatto di pasta in bianco e la frutta di stagione, dormire con l’abituale cuscino. Basta ristoranti, cibo asiatico, lunghi trasferimenti, disfare le valige, centellinare la biancheria pulita e altro ancora.

Ad essere franco anche il flusso poetico sta vivendo un periodo di stitichezza, mah forse sarà per colpa dell’onnipresente riso bianco, o forse semplicemente perché da queste parti, sulla piccola isola di Mataking, non ci sono più grandi spunti da narrare anche se oggi abbiamo partecipato ad un paio d’orette di snorkeling da urlo attorno all’isola per tanto era bello il fondale.

La barriera corallina è sicuramente tra le più splendide mai viste e non è seconda alle più note  del Mar Rosso, delle Maldive o dell’Indonesia. Migliaia di arzilli pesci di piccolo e medio taglio con colori di ogni genere, stratosferici coralli variopinti e dalle forme perfette, qualche bella tartaruga ed alcuni pesce leone, tra i più velenosi del pianeta, hanno reso l’escursione di alto standard. Sicuramente il colore dell’acqua ha completato l’opera perché personalmente non avevo mai visto questo capolavoro della natura. Una trasparenza ed un azzurro incredibile, forse nel lontano 1994, durante il viaggio di nozze alle Maldive, avevamo simili condizioni.

Questa sera a tavola ho indagato tra le mie fedeli compagne di viaggio sull’episodio dei pirati, in particolare al loro stato d’animo all’interno del veicolo di trasporto per pollame … e a questo punto lancio un messaggio alle femministe convinte asserendo che la parità tra uomo e donna non ci sarà mai perché volenti o dolenti tra i due sessi ci sono due mondi e differenti  modi di vedere ed interpretare le cose.

Partiamo con le “twins” che neanche si sono chinate sull’eventuale rischio d’incontrare brutta gente; entrambe hanno confessato di aver temuto per la loro incolumità solo per il fatto che l’autista, effettivamente, guidava come un cavallo selvaggio e che in alcuni tratti ha dimostrato o di conoscere molto bene la strada o di essere preso a “sberloni” una volta scesi dalla vettura.

Dato il lieto finale nulla ho fatto anche perché l’ultima volta, e l’unica nella mia vita, che ho tentato di dare un ceffone a qualcuno era ad un avversario durante una partita di calcio che mi aveva fatto un’entrata assassina da tergo, non ripresa dall’arbitro, e quindi ho pensato di far giustizia da solo rincorrendolo con l’idea di stampargli le mie cinque dita sul faccione … sapete com’è finita?  Nel rincorrerlo a tradimento non calcolai i tempi giusti dei corpi in movimento e di fatto il mio gesto di vendetta si trasformò in poco più di una carezza che però scatenò la sua reazione e alla fine le cinque dita sono state stampate sul mio di volto, anzi sul mio orecchio che fischiò per il resto dell’incontro … 😉

Nicole è una via di mezzo tra il sottoscritto e le sue sorelle perché ha confessato di aver temuto per la sicurezza del gruppo con una ponderazione del trenta percento mentre per un settanta è rimasta turbata dalla guida del tizio.

La mia cara moglie vive nel suo mondo perché non ha temuto nulla e nessuno, così ci ha rivelato, e addirittura si è infilata le cuffiette dell’iPhone e con una giusta colonna sonora ha praticato una sana oretta di meditazione …

Serata a buffet con più o meno sempre il solito cibo, tutto sommato abbastanza buono, e finale di serata con tentativo a vuoto di cantare al bar del karaoke, per grande desiderio di Loli, un po’ meno noi altri, giacché monopolizzato dagli asiatici che francamente non sono stati molto cortesi perché beatamente incuranti di noi Svizzerotti.

A domani e buona notte.

Michele

GOD
La spaziale barriera corallina e tutti i suoi abitanti. Una meraviglia!

DOD
Non poteva andare tutto liscio … ! L’unica volta che mi sono ritrovato tra le mani le chiavi della camera le ho perse in spiaggia … e dopo ricerche e grazie alla tenacia di Loli sono saltate fuori in “reception”, ritrovate da una cliente che proprio in quel momento le consegnava all’ inserviente … Raga è una brutta bestia l’invecchiamento 😔!

FDG

https://instagram.com/p/CuhK5LDxLsA/

Recent Posts

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search