Giorno 20

 In Indonesia 2015

Salamat malam,

Solo a metà pomeriggio ho iniziato a sciacquarmi l’amaro rimasto in bocca dalla mazzata di ieri. Come si suol dire il tempo rimargina le ferite ed io ritorno piano piano a riassaporare il clima gioviale e spensierato che contraddistingue gran parte dei nostri viaggi.

Arrivare a Yogyakarta in un lussuoso albergo in stile liberty, il Phoenix hotel, ha ulteriormente contribuito alla digestione del misfatto ed essere in una bella camera in un comodo lettone formato “king size” con accanto il meglio della dinastia Gianolini è senz’altro la miglior medicina! 😉

Questa mattina diana alle 06.30 e spartana colazione nella simpatica “guest house”, Cempaka Villa, del villaggio di Borobudur. Verso le 08.00 inizio della visita dell’omonimo tempio in tutta autonomia, francamente non ne possiamo più di guide e accompagnatori vari. Borobudur, che in sanscrito significa monastero buddista sulla collina, è un colossale monumento risalente a 1200 anni fa. Tra gli anni 1973 e 1983 un’imponente operazione da 25 mio di dollari, sponsorizzata dall’Unesco, ha impedito al tempio di sprofondare a seguito del cedimento dell’allora fradicio terreno. Nel 1991 Borobudur è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità e ritengo meriti d’essere visitato.

A seguire la trasferta a Yogyakarta che inizialmente era programmata con i mezzi pubblici, tuttavia vedendo le condizioni tecnico-igieniche dei bus di linea … abbiamo, all’unanimità, optato per un comodo 7 posti privato. Per un’ora e mezza di viaggio abbiamo pagato 300’000 rupie (CHF 21 ca), neanche da discutere!

Ripensando con Nicole alla giornata di ieri mi piace l’idea di trasmettervi un simpatico e, a mio avviso, profondo aneddoto. Sul famigliare aereo della Susiair abbiamo scoperto, chiacchierando piacevolmente con le coppie a bordo, che la prima vive in Svezia, lui svedese e lei indonesiana, la seconda vive in Corea del Sud, lui inglese e lei coreana mentre la terza fanno i pendolari tra Indonesia e Germania giacché lui di Java e lei nei dintorni di Monaco. Tutte e tre le coppie sembravano sinceramente innamorate ed esprimevano un sano messaggio di fusione tra popoli del mondo, a comprova che le frontiere di religioni, culture e tradizioni non devono essere un ostacolo. Evviva la brava gente, evviva l’amore!

A domani e buona notte.

Michele

DOD
I sedili dei bus pubblici per Yogyakarta!

GOD
Dopo tanto pesce addentare un buon pezzo di carne alla griglia!

Recent Posts
Comments
  • antonietta.tedeschi
    Rispondi

    Caro Michele, nessun commento in merito alla giornata di ieri, ci dispiace molto ma in un viaggio così avventuroso ” e fantastico”è possibile che possa capitare.
    Oggi avete trascorso una giornata spettacolare, il Monastero Buddista
    è veramente grandioso e per noi inimmaginabile.
    Vi auguriamo un buon rientro e vi aspettiamo con gioia,
    Un forte abbraccio a tutti .
    Qui tutto ok. ciao ciao

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search