Riflessioni finali – Michele

 In South Africa 2014

Anche questa bella avventura volge al termine. Se considero che nel 2014 abbiamo toccato ben quattro continenti su cinque: gennaio in Sud America con Argentina, luglio in Asia con Vietnam, Cambogia e Thailandia, maggio e ottobre in Europa con Berlino e Copenaghen, ed ora dicembre in Africa con Sud Africa … posso solo confermare che siamo molto fortunati, abbiamo seccato il conto risparmio ma soprattutto abbiamo vissuto preziosi e profondi scorci di vita che porteremo per sempre con noi e che ci fanno diventare persone migliori.

All’ultimo minuto abbiamo deciso di partire per il Sud Africa, le aspettative erano molto alte, vuoi perché tutti ne parlano benissimo, vuoi perché il mondo animale, elemento chiave di questa nazione, ci affascina moltissimo.

Ad essere sincero, alla resa dei fatti, l’esperienza è stata un tantino sotto tono, penso che la meteo, con i suoi diversi giorni di cieli nuvolosi, malgrado l’estate in corso, e non proprio qualche occasionale piovuta, ha contribuito in tal senso, soprattutto nella regione di Knysna e della Garden Route.

Il Kruger Park è stata una bellissima esperienza, che però consiglio di vivere sul finale della vacanza, non all’inizio. In questo periodo il parco si mostra in tutta la sua rigogliosa e verde vegetazione ed è in contrasto con i classici parchi da cartoline rappresentate con immense distese di savana ed occasionali e splendidi alberi di acacia. Tra l’altro ideali per uno scatto al tramonto!

Per quanto vissuto, il popolo Sud Africano non ci ha granché impressionato per simpatia e cordialità, nei ristoranti, esclusi quelli più rinomati, i camerieri sono poco solari e fanno fatica a salutare, negli alberghi hai sempre un’eccessiva sensazione che s’attendono una mancia per ogni risposta o servizio dato. Naturalmente ci sono le eccezioni.

Per noi Europei in Sud Africa il costo della vita è abbastanza interessante, ma mai come l’Asia. Nei più noti ristoranti di Cape Town un buon piatto a base di carne o pesce fresco s’aggira attorno ai ZAR 150 che corrispondono a ca CHF 14, una buona bottiglia di vino è attorno ai CHF 30 e una bottiglia di acqua da un litro costa ca CHF 2, in tutti i casi va però sempre aggiunto un 10% di mancia che spesso t’accollano d’ufficio. La benzina costa ca. CHF 1.10 al litro mentre costano solo qualche spicciolo le entrate per musei, pinguinere o classiche attrazioni turistiche. Nulla a confronto del family ticket per la cattedrale di Saint Paul a Londra con i suoi GBP 70!

Anche questa volta le nostre leonesse hanno fatto le brave, si sono comportate bene ed hanno dimostrato interesse a tutto quanto proposto da Lorenza, la nostra bella e privata guida, talvolta un tantino troppo propositiva … ma sempre fondamentale per la buona riuscita della vacanza.

Chiara ed Elisa stanno entrando nell’area adolescenziale e talvolta i musi e le risposte da encefalogramma piatto irritano. A Cape Town abbiamo condiviso tutti assieme 5 notti in un mini appartamento, con questa struttura, per quanto mi riguarda, la vita in simbiosi famigliare è eccessiva e mancano quelle orette prima e dopo cena che fanno respirare la coppia e rispettivamente i figli. Nicole si distingue per l’attaccamento al gruppo, il sottoscritto a 18 anni aveva già smesso di fare vacanze con babbo e mamma, questo ci inorgoglisce sebbene siamo tutti coscienti che sono gli ultimi anni di questo magico momento di gruppo, non solo per il fatto che tra poco più di un anno e mezzo, così lei dice, finirà con la scuola e partirà a tempo indeterminato per chissà quale meta … così va la vita!

La vacanza ci ha offerto strutture di lusso, in particolare quella del safari, e pertanto è possibile che le figlie si siano in un certo senso “bruciate” a questo standard di viaggio, d’altronde il Sud Africa, per quanto visto, non offre molte strutture di medio livello. Penso che il prossimo viaggio, già ne stiamo parlando, andrà più verso l’avventura, come quella del Vietnam, day by day, dove vi sono maggiori possibilità di vivere meglio, nel bene e nel male, le realtà locali e quindi immagazzinare maggiori ricordi indelebili.

Il diario di viaggio proposto questa volta è stato più tribolato e faticoso del solito, i problemi tecnici del sito, la modesta tecnologia del paese e le poche ore di sonno dovute alle ore di guida e ai ritmi del safari sono le cause principali … forse anche l’età che avanza. Come già scritto precedentemente spero d’avervi trasmesso qualche piacevole momento di evasione e d’avervi dato qualche accenno a questo bel paese che non escludo di rivisitare.

Un abbraccio e ricordatevi … “stay with us!”

Michele

Recent Posts
Showing 2 comments
  • Thomas Rotondo
    Rispondi

    Non sono mai stato in sud africa ma grazie alle tue immagini e commenti lo sento quasi conosciuto…
    Grazie
    Thomas

  • Roberta Marcacci
    Rispondi

    Carissima “Famigliadellemeraviglie”,
    tutto d’un fiato ho letto questa sera il vostro strabiliante, stupefacente, esilarante, commovente… diario.
    Oltre ad essere stata sempre in giro durante queste vacanze, il mio smartphone faceva le bizze e non mi permetteva di leggere per intero i racconti (dopo un tot di righe i testi erano tranciati… mah).
    Comunque non vi smentite mai, …siete uno spettacolo da seguire.
    Leggere degli sbalzi d’umore delle due “befane” poi, (che tra l’altro non ricordavo più che la terza – o meglio, la prima – fosse una befana con le carte in regola …. pensate che pure io ho una befana in casa, nata il 6 gennaio, ma non di soli 18 anni fa … la mia STUPENDA – assolutamente non ironico – SUOCERA!!!) mi fa sorridere!!!! Me le vedo, proprio come vedo e vivo sulla mia pelle i musi lunghi del mio adolescente… ve lo raccomando!! Vabbè, ora è così, ma son certa che ricorderanno, nel bene e nel “male” (si fa per dire) i meravigliosi luoghi che con la famiglia hanno avuto la fortuna di visitare.
    Auguroni a Nicole, un po’ in ritardo 😉 ed aspetto le due “belve” (per rimanere in tema!!) dopo il 18 per un forte abbraccio ed una tiratina d’orecchie!!!

    Con affetto.

    Robi

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search